MOTO GP: lotta per il Titolo ancora aperta

Con la vittoria di domenica nel GP di Teruel, Franco Morbidelli irrompe nella lotta per il titolo mondiale Moto GP.
A tre gare dal termine, nonostante l’allungo di Mir, c’è ancora sostanziale equilibrio in classifica, basti pensare che nonostante manchino pochi gran premi, sono ben 14 i piloti matematicamente ancora in corsa per il campionato. Una stagione fin ora ricca di colpi di scena. Il primo a Jerez, nella gara inaugurale della stagione, con l’infortunio del campione del mondo in carica Marc Márquez. La brutta caduta al giro 21, la frattura dell’omero destro, l’operazione il giorno dopo con tentativo di rientro lampo già la domenica successiva, che ha aggravato la sua situazione portandolo ad una seconda operazione, obbligandolo a saltare tutte le gare presenti nel calendario. Non voglio sembrare cinico, ma proprio questa serie di sfortunati eventi ci ha portati ad assistere ad uno dei mondiali più belli, nonché incerti, degli ultimi anni. Otto vincitori diversi in undici appuntamenti, con l’attuale leader della classifica piloti che non è mai riuscito a conquistare il gradino più alto del podio, ma che si è dimostrato molto più costante dei suoi avversari. Situazione rara, che ha un solo precedente, nel 1999 in quella che era la classe 125, dove trionfò Emilio Alzamora.
Insomma, mentre da un lato potrebbe succedere ancora di tutto, con la consapevolezza di dover tirare il fiato fino all’ultimo giro del Gran Premio del Portogallo per scoprire chi conquisterà l’iride, dall’altra constatare un triste dato. Nessuno degli attuali rider è maturo o bravo abbastanza per poter insidiare quel fenomeno assoluto di Marquez. Tutto ciò rende il finale ancora più appetitoso, la consapevolezza che questa per alcuni potrebbe essere l’ultima chance porterà i piloti a dar il meglio di sé.

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.