NAPOLI: I Carabinieri del Comando Provinciale di Napoli, donano una statua all’Azienda Ospedaliera dei Colli

La scultura è realizzata in cartapesta, un materiale povero, fragile ma modellato dalla passione e dalla determinazione di un carabiniere e i cui frammenti possono dar vita a qualcosa di saldo, evocativo e potente.

Può diventare un simbolo di coesione e di desiderio di rinascita.

“L’opera” – ha dichiarato il Generale Canio Giuseppe La Gala – “è un trittico nel quale sono raffigurati due carabinieri del nucleo radiomobile mentre sorreggono e proteggono l’Italia e la affidano ai medici che le prestano soccorso. Simboleggia la comunione di intenti tra noi Carabinieri ed il personale sanitario: entrambi abbiamo la stessa missione, quella di aiutare la gente. I Carabinieri e le forze di polizia aiutano i cittadini per garantire la sicurezza e i medici aiutano la popolazione e l’Italia a uscire presto dall’emergenza sanitaria”.

Alla consegna era presente anche lo scultore, un militare dell’Arma cultore della carta pesta salentina, l’Appuntato Scelto Alessandro Leo che ha detto: “Ho realizzato questo trittico in carta pesta leccese, un materiale povero ma di grande forza strutturale. I due carabinieri rappresentati trasportano l’Italia e la affidano agli infermieri. Uno dei carabinieri incontra lo sguardo dell’infermiere come a chiedere se ce la farà. La risposta è semplice ma carica di significato: una pacca rassicurante sulla spalla”.

Lascia il primo commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.