OTTAVIANO: inizia la raccolta delle olive

Sempre più giovani negli ultimi anni stanno riscoprendo l’agricoltura sul Somma-Vesuvio e da giorni sono impegnati nella raccolta di olive da trasformare in un ottimo olio dal gusto unico.

Ad Ottaviano i più vasti oliveti sono ubicati presso le seguenti zone: lungo il Vitiello, il Piscinale, la Trofa, Zabatta, San Severino, Scavolella, tutte in collina e ben esposte al sole.

In questa area, già in epoca romana o ancor prima, si coltivavano olivi.

Ne è testimonianza il rinvenimento di una macina in pietra lavica, reperita in località Montevergine, attualmente visitabile negli Scavi di Pompei presso gli <<antichi granai>>.

Le principali qualità di olive coltivate ad Ottaviano sono: Leccino, Frantoio, Coratina, Nocellara.

In gastronomia questo prodotto viene utilizzato a crudo per permettere di apprezzarlo in tutta la sua pienezza  partendo dal colore, passando per l’odore, arrivando infine a gustarne il sapore.

Secondo gli specialisti quest’annata 2020 è eccezionale più per la qualità che per la quantità. 

Complici sono risultate le temperature elevate degli ultimi periodi che ne hanno ritardato la raccolta.

 

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.