POMPEI: nuova strordinaria scoperta, ritrovato un thermopolium intatto con ancora cibo nelle pentole

Le pentole in coccio con i resti delle pietanze, dal capretto alle lumache e persino una sorta di “paella” con pesce e carne insieme.

Il vino ‘corretto’ con le fave e pronto per la mescita. Infine un grande bancone ad “L” con immagini affrescate in maniera talmente realistica da far stupore: una coppia di oche germane; uno gallo; un grande cane al guinzaglio sopra al quale un buontempone aveva graffito il colorito insulto “Nicia cinede cacato” ossia “Nicia (probabilmente un liberto Cacatore, invertito”; e una Nereide che cavalca uno straordinario ippocampo dal corpo trasformato in un arcobaleno di colori!
Una fotografia che racconta quel nefasto giorno che colpì gli abitanti della città campana lasciandoci l’immagine della vita di #Roma al I sec. a.C.

“La bottega sembra essere stata chiusa in tutta fretta e abbandonata dai proprietari – spiega il direttore del Parco Massimo Osanna – ma è possibile che qualcuno, forse l’uomo più anziano, fosse rimasto al suo interno e che sia morto nella prima fase dell’eruzione, schiacciato dal crollo del solaio. Il secondo potrebbe essere invece un ladro o un fuggiasco affamato, entrato per racimolare qualcosa da mangiare e sorpreso dai vapori ardenti con in mano il coperchio della pentola che aveva appena aperto”.

Lascia il primo commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.