TERZIGNO: I volontari delle associazioni tornano in azione per pulire la pineta

I volontari delle associazioni tornano in azione per pulire la pineta di Terzigno: l’iniziativa di Plastic Free si è avvalsa della collaborazione di Terzigno Verde (Europa Verde Terzigno) e del Forum dei Giovani di Terzigno, attivissime realtà del comune vesuviano, e ha fatto seguito alla giornata di raccolta che si è svolta nello stesso luogo il 9 Aprile scorso.

All’evento hanno partecipato anche alcuni esponenti dell’amministrazione comunale di Terzigno, come la vicesindaca Genny Falciano e i consiglieri Tina Ambrosio, Biagio Ferraro e Vittorio De Simone.

Viva soddisfazione è stata espressa da Francesco Servino, fondatore di Terzigno Verde, e dalla referente territoriale di Plastic Free, Sabrina Sorrentino: una sinergia che sta dando grandi frutti.

Anche stavolta sono stati raccolti e differenziati quintali di rifiuti: plastica, cartacce, cicche di sigarette, ma anche grossi cumuli di ingombranti, risalenti ai decenni scorsi, e cartelloni pubblicitari rimossi molto tempo fa dallo stadio comunale di Terzigno e gettati nella natura.

“Invitiamo i cittadini a essere più rispettosi dell’ambiente, evitando di gettare rifiuti mentre percorrono il sentiero n. 11 del Parco Nazionale del Vesuvio, recentemente inaugurato” è il commento degli organizzatori: “Ce la stiamo mettendo tutta per proteggere e valorizzare un’importante risorsa, ma senza l’impegno di ognuno gli sforzi rischiano di essere vanificati”.

“Nel nostro piccolo ci impegniamo, ma siamo consapevoli che occorre uno sforzo più grande per la bonifica di alcune aree e per contrastare il fenomeno dello sversamento selvaggio dei rifiuti: in alcune aree, ad esempio, non possiamo intervenire, perché è necessario l’impiego di mezzi e di personale qualificato” è il commento di Francesco Servino di Terzigno Verde.

L’entusiasmo della popolazione nei confronti di tali iniziative è palpabile anche sui social, dove abbondano likes e commenti positivi: un apprezzamento nei confronti dei volontari concretamente attivi per la difesa del territorio.

Ora in programma ci sono altre giornate di pulizia, che saranno pubblicizzate tramite i canali social delle associazioni: si tornerà in pineta, sicuramente, ma saranno individuate anche altre zone soggette all’azione degli incivili, sperando che ciò possa servire a sensibilizzare.

1 commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.