VACCINI: soggetti fragili ancora in fila. Barricati in casa da un anno

Quanto di seguito riportiamo, è stato estrapolato da un articolo di “Claudio Silvestri”, giornalista del “Roma-Il Giornale di Napoli”

Da un anno vive barricato in casa. Ha una malattia autoimmune, la sindrome di “Rosai Dorfman”, rientra nell’elenco dei soggetti altamente a rischio. Non può neanche cambiare le terapie, se non fa il vaccino, ma ancora non sa quando lo farà. Quella di Armando Federico Ascolese è la storia di tanti cittadini campani che hanno rischiato di essere sottoposti all’immunizzazione anche dopo avvocati e giornalisti. Anche se, come ha annunciato il Presidente della Regione Campania, non sarà più così, ma sarà da la precedenza a questi soggetti, per ora non si capisce ancora quando potranno vaccinarsi, vista anche la carenza di scorte. “È assurdo vivere questa situazione di assoluta impotenza – dice Ascolese – il problema più serio è che non abbiamo voce. Nessuno ci rappresenta”.

Lascia il primo commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.